COINCIDENZE ESPLOSIVE

fuochi-piroMentre ancora si contano i morti e i feriti della fabbrica di fuochi artificiali esplosa a Città Sant’Angelo, il decreto del fare incassa la fiducia alla Camera con 427 sì e 167  no .  I due fatti sono scollegati solo in apparenza. Con il “Decreto del fare” si mette mano al DPR 151/11 laddove prevede che le attività a rischio di incendio medio e alto richiedano  al Comando dei  Vigili del fuoco l’esame dei progetti di nuovi impianti o costruzioni, o le modifiche di quelli esistenti,  che comportino un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza antincendio. Il decreto in discussione in Parlamento  le esenta da questo onere “qualora già in possesso di titoli abilitativi riguardanti anche la sussistenza dei requisiti di sicurezza antincendio, rilasciati dalle competenti autorità”. In pratica dopo aver  ottenuto un primo titolo abilitativo si possono  mutare completamente le condizioni di sicurezza senza rendere conto a nessuno . Per intenderci, stiamo parlando di attività che vanno dalla produzione di gas infiammabili alle scuole, dai distributori di carburante fino agli alberghi ,  agli ospedali e … ALLE FABBRICHE DI FUOCHI DI ARTIFICIO.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...