Archivi categoria: Americhe

GLIFOPASTA E GLIFOGRANO

Quello che segue è il testo di “Che Spiga”, il servizio di Report curato da Manuele Bonaccorsi e trasmesso il 30 ottobre scorso. Per vederlo in video clikkare qui. Continua a leggere GLIFOPASTA E GLIFOGRANO

Annunci

MONSANTO: AVVELENAMENTO E PROPAGANDA

David Lifodi (*)

pabloernestopiovano_lr2In Argentina la multinazionale Monsanto, leader dell’agronegozio, uccide, eppure guadagna sempre più spazio in televisione.
I dati del Bollettino epidemiologico del Ministero della Salute, “Intossicazione acuta da agenti chimici”, parlano di un aumento, nel 2016, del 26% degli intossicati da pesticidi e vanno di pari passo con la crescente presenza concessa a Monsanto dalla tv pubblica. Continua a leggere MONSANTO: AVVELENAMENTO E PROPAGANDA

AGUAS DE ORO

Simona Carnino, Luciano Gorriti Robles.

Maxima-300x300Maxima Acuña Chaupe ha rughe profonde, una piccola statura e una volontà granitica. Vive a 4200 m. di altitudine nelle Ande peruviane e nel cuore di Conga, il progetto di espansione di Yanacocha, la miniera d’oro più grande dell’America Latina, proprietà della società statunitense Newmont. Continua a leggere AGUAS DE ORO

LA CONTAMINAZIONE DA MERCURIO IN AMERICA LATINA

David Lifodi (*)

Choropampa2Perù: la contaminazione da mercurio a Choropampa

Sono trascorsi quindici anni e qualche mese dal quel tragico 2 giugno 2000, quando un camion dell’impresa Ramsa, che trasportava 157 chilogrammi di mercurio estratti dalla miniera Yanacocha, sparse il suo carico per circa 27 chilometri lungo la città peruviana di Choropampa: ai lavoratori della miniera e agli abitanti del luogo l’impresa promise una ricompensa in denaro se avessero prestato il loro aiuto nel recupero del mercurio, senza però avvertire che si trattava di un materiale altamente tossico. Continua a leggere LA CONTAMINAZIONE DA MERCURIO IN AMERICA LATINA

IL FILO ROSSO DELL’AMIANTO E DI STEPHEN SCHMIDHEINY TRA ITALIA E AMERICA LATINA

Fabrizio Lorusso (*)

Amianto dangerLo portavano sempre con sé i pompieri, dentro le loro uniformi. Isola tetti, pareti e tubature. E’ fibroso, incombustibile, mortale. Non è un indovinello, ma la descrizione dell’amianto o di una sua varietà, l’asbesto, un minerale di fibre bianche, flessibili e assassine. Continua a leggere IL FILO ROSSO DELL’AMIANTO E DI STEPHEN SCHMIDHEINY TRA ITALIA E AMERICA LATINA

PATAGONIA: LA GUERRA DEL FRACKING/1

David Lifodi (*)

Murales a Cristina LinkopanSul cartello all’ingresso di una comunità mapuche nella Patagonia argentina c’è scritto: Apache contamina, destruye y mata. Apache è un’impresa di perforazione petrolifera specializzata nel fracking, la tecnica utilizzata per facilitare l’estrazione di petrolio e gas tramite la cosiddetta “fratturazione idraulica” degli strati di roccia. In America Latina il fracking ha preso piede soprattutto in Argentina, con il consenso dellapresidenta Cristina Kirchner: alla Casa Rosada dicono che lo sfruttamento e l’estrazione degli idrocarburi in maniera non convenzionale sono fonte di sviluppo per il paese. In realtà le cose non stanno proprio così, tra morti passate sotto silenzio, sgomberi delle comunità locali e danni enormi dal punto di vista ambientale: questo è il fracking. Continua a leggere PATAGONIA: LA GUERRA DEL FRACKING/1

TRIANGLE

Luca Cumbo (*)

Triangle-filmCostanzaQuatriglioDue storie, 100 anni: un film di Costanza Quatriglio

Due eventi emblematici, due grandi lutti del lavoro delle donne, chiudono la cornice di un quadro secolare di sfruttamento, lotte per i diritti, evoluzioni e involuzioni della nostra epoca contemporanea. Il primo è la tragedia avvenuta nel 1911 a New York, il secondo è a Barletta (fino al 2006 provincia di Bari, poi autonoma) nel 2011. Continua a leggere TRIANGLE

MEMORIE: THE TRIANGLE FIRE

Portando il lavoro a casa

“Per prima cosa lasciatemi spiegare in che modo lavoriamo e quanto veniamo pagate. Ci sono due tipi di lavoro: quello regolare e quello a cottimo. Il lavoro regolare viene pagato circa 6 dollari alla settimana e le ragazze devono stare alle macchine alle 7 in punto del mattino fino alle 8 di sera, con solo mezz’ora di pausa pranzo. C’è solo una fila di macchine alla luce del sole, quella più vicina alle finestre. Le ragazze delle altre file di macchine devono lavorare alla luce delle lampade a gas, sia di giorno che di notte … perché si lavora anche di notte. Continua a leggere MEMORIE: THE TRIANGLE FIRE