Archivi categoria: Cronache

MANFREDONIA: I TUMORI NON DIPESERO DAI GAMBERETTI

Maurizio Portaluri (*)

Il 30 gennaio scorso si è svolta una assemblea pubblica nella sala consiliare del Comune di Manfredonia durante la quale è stato presentato lo studio epidemiologico sui lavoratori dell’ANIC che furono coinvolti nell’incidente del 1976.
Il 26 settembre di quell’anno l’esplosione della colonna dell’impianto urea disperse nell’ambiente una quantità di anidride arseniosa, noto cancerogeno, stimata in oltre 10 tonnellate. Continua a leggere MANFREDONIA: I TUMORI NON DIPESERO DAI GAMBERETTI

Annunci

INSIDIE UBIQUE: I PERTURBATORI ENDOCRINI

Kumba Diallo (*)

Noi produciamo ogni anno nel mondo più di 400 milioni di tonnellate di 70.000 composti chimici diversi (UNEP, 1998). Tra di essi, almeno 70 inquinanti largamente utilizzati sono sospettati di interferire con il nostro sistema endocrino, tra cui 12 inquinanti organici persistenti altamente nocivi per la salute e l’ambiente sono sotto osservazione in vista di un trattato internazionale per bandirli.” [1] Continua a leggere INSIDIE UBIQUE: I PERTURBATORI ENDOCRINI

VELENI DI REGIME

Maurizio Bolognetti (*)

Quattrocento tonnellate di greggio, quattrocentomila chili di petrolio sversati dall’Eni nell’area industriale di Viggiano.
Una marea nera che è giunta fino alle porte degli affluenti del fiume Agri e quindi alle porte di un invaso di importanza strategica quale la diga del Pertusillo, le cui acque vengono utilizzate a scopi potabili, irrigui e industriali in Basilicata e in Puglia. Continua a leggere VELENI DI REGIME

MONSANTO: L’INCHIESTA DI LE MONDE/2

Stéphane Foucart, Stéphane Horel (*)

È difficile far passare la Iarc (International Agency for Research on Cancer) per un’istituzione discutibile, caratterizzata da un atteggiamento “contrario all’industria” e contestata all’interno della stessa comunità scientifica.
Per la grande maggioranza degli scienziati, l’agenzia legata all’Oms è un baluardo d’indipendenza e integrità.
Sinceramente faccio fatica a immaginare un modo più rigoroso e obiettivo di realizzare esperimenti scientifici collettivi”, dice l’epidemiologo Marcel Goldberg, ricercatore dell’Istituto nazionale francese per la salute e la ricerca medica (Inserm), che ha partecipato a diverse monografie della Iarc. Continua a leggere MONSANTO: L’INCHIESTA DI LE MONDE/2

GUERRA AGLI ULIVI/2

Alexik

Vennero con le ruspe.
Vennero con le divise ed una carta in mano: l’ingiunzione di abbattimento, in nome della Legge, dell’Europa e della Scienza. In nome di analisi condotte di nascosto e mai mostrate ai proprietari.
Era il 13 aprile 2015 quando il primo ulivo secolare di Oria (BR), marchiato come infetto, cadde a pezzi sotto le motoseghe.
Intorno contadini in protesta e solidali, che per qualche ora, assediando le ruspe, erano riusciti a fermarle.

Continua a leggere GUERRA AGLI ULIVI/2

MONSANTO: L’INCHIESTA DI LE MONDE

Stéphane Foucart, Stéphane Horel (*)

In passato siamo già stati attaccati e calunniati, ma questa volta siamo al centro di un’offensiva senza precedenti per portata e durata”.
Christopher Wild si risiede rapidamente e smette di sorridere.
Dal suo ufficio all’ Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) si vedono i tetti di Lione.

Continua a leggere MONSANTO: L’INCHIESTA DI LE MONDE

GUERRA AGLI ULIVI

Alexik

C’è un esercito schierato nelle campagne salentine, un esercito di guerrieri grandi e forti.
Saldi sulla terra si ergono ad ostacolo contro ogni speculazione possibile.
Proteggono quei suoli da chiunque abbia intenzione di trasformarli in distese infinite di centri commerciali, resorts, spianate di fotovoltaico, coltivazioni industriali intensive, corridoi per gasdotti.

Continua a leggere GUERRA AGLI ULIVI