Archivi categoria: Politiche / Controriforme

LA SICUREZZA SUL LAVORO SECONDO DI MAIO

di Marco Spezia (*)

Di Maio sulla sicurezza sul lavoro: corporativismo di stampo fascista, populismo, ma l’importante è non toccare i padroni!

Il 14/06/18 il nuovo Ministro del Lavoro Luigi di Maio ha letto una informativa alla Camera sugli incidenti sul lavoro.
Non ho trovato il testo completo dell’informativa, ma una sintesi di RAI News (quindi fonte attendibile) a questo link, di quanto ha detto. Continua a leggere LA SICUREZZA SUL LAVORO SECONDO DI MAIO

Annunci

GUERRA AGLI ULIVI/4

I governi passano ma il decreto Martina (almeno per ora) resta, con il suo carico di veleni con cui irrorare il Salento intero.
Non si tratta in realtà di una misura inedita: già nel 2014, con un altro decreto a firma dello stesso identico ministro, si imponevano “trattamenti insetticidi per il controllo delle popolazioni di insetti vettori“, portatori potenziali del  batterio Xylella Fastidiosa. Continua a leggere GUERRA AGLI ULIVI/4

VACCINAZIONI, LIBERTÀ E REPRESSIONE

Dario Miedico (*)

[L’isteria vaccinista ha superato i livelli di guardia.
Questa mattina l’ordine dei medici di Milano ha radiato Dario Miedico, epidemiologo fra i fondatori di Medicina Democratica, per le sue posizioni di cautela sull’uso dei vaccini e di contrarietà all’obbligo delle vaccinazioni. Continua a leggere VACCINAZIONI, LIBERTÀ E REPRESSIONE

PER DEVASTARE IL TERRITORIO… #BASTAUNSI

Roberto Lamma

In caso di vittoria del Sì al referendum costituzionale verrà sottratta alle autonomia locali la possibilità di decidere sugli impianti inquinanti .
L’avvocato Roberto Lamma ci spiega come i cittadini diverrebbero succubi delle decisioni centrali e come le autonomie locali, anche qualora ne avessero voglia,  non avrebbero più nessun possibilità per difenderli.
Dove fare un inceneritore o un discarica verrebbe deciso dal governo centrale senza più interlocutori.

“SICUREZZA SUL LAVORO ? TROPPE REGOLE”. AL VIA LA CONTRORIFORMA

Clash City Workers (*)

Presentata in commissione la riforma del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro. Crescono infortuni e morti bianche, l’attività ispettiva è carente, ma per Maurizio Sacconi bisogna “semplificare” la normativa e deresponsabilizzare il datore di lavoro. Continua a leggere “SICUREZZA SUL LAVORO ? TROPPE REGOLE”. AL VIA LA CONTRORIFORMA

L’ATTO DEL LAVORO: IL (MAGRO) BILANCIO DI UN ANNO DI INTERVENTI RENZIANI, E I LORO VERI OBIETTIVI

Clash City Workers (*)

2016_03_06_JA1Premessa: quello che state per leggere è il nostro quarto o quinto contributo sul Jobs Act. Se la nostra è un’ossessione, lo è in misura speculare a quella del governo e dei suoi megafoni ambulanti che, nel corso dell’ultimo anno, ci hanno quasi quotidianamente edotto sui prodigiosi effetti delle politiche governative sul lavoro. Continua a leggere L’ATTO DEL LAVORO: IL (MAGRO) BILANCIO DI UN ANNO DI INTERVENTI RENZIANI, E I LORO VERI OBIETTIVI

DECRETO ILVA, SI’ A USO DELLE SCORIE NEI MANTI STRADALI: A RISCHIO MOLTE INCHIESTE

Silvia Cortesi (*)

valdasticoQuesta la denuncia del presidente della Commissione parlamentare sui rifiuti Alessandro Bratti: “l’emendamento sul recupero dei residui dei forni elettrici sarà un’arma di difesa per gli accusati nei processi sull’occultamento di scorie inquinanti sotto l’autostrada Brebemi e la Valdastico sud”. E “un passepartout per le acciaierie”. Continua a leggere DECRETO ILVA, SI’ A USO DELLE SCORIE NEI MANTI STRADALI: A RISCHIO MOLTE INCHIESTE

I PRIMI COLPI DEL JOBS ACT E IL TRAMONTO DEL PRINCIPIO DI EGUAGLIANZA

articolo_18_jobs_act[Riporto da Nuove Resistenti un interessante articolo su cosa significa il Decreto Legislativo di attuazione della Legge 183/14 (il cosiddetto “Jobs Act”) in termini di possibilità di licenziare in maniera indiscriminata. Continua a leggere I PRIMI COLPI DEL JOBS ACT E IL TRAMONTO DEL PRINCIPIO DI EGUAGLIANZA

IL JOBS ACT SI SVELA: SE VI AMMALATE VI LICENZIAMO

Clash City Workers (*)

piaggio_jobsactIl governo Renzi non ha ancora varato i primi decreti attuativi del Jobs Act, la riforma del mercato del lavoro, che già le imprese si preparano a sfruttare i nuovi strumenti di ricatto che entreranno in vigore tra poco.

Le leggi, lo sappiamo bene, non sono il mezzo attraverso cui si instaurano i rapporti di forza, ma casomai le forme in cui questi si cristallizzano nelle democrazie. Infatti la Fiat (FCA), che certo non aveva bisogno di aspettare la riforma renziana, è uscita da Confindustria per avere mani libere e poter applicare le sue regole, le sue leggi, la sua forza: allora ecco la cassaintegrazione selettiva, senza rotazioni, per andare a colpire i lavoratori più combattivi, ecco la pretesa di non far rientrare a lavoro i 3 operai di Melfi, nonostante la sentenza in loro favore. Continua a leggere IL JOBS ACT SI SVELA: SE VI AMMALATE VI LICENZIAMO

JOBS ACT : NUOVE “SEMPLIFICAZIONI” ALLE NORME SU SALUTE E SICUREZZA

di Marco Spezia

job-actAd oggi il Governo, in forza della delega contenuta nel Jobs Act, ha già approvato due decreti:

–         quello relativo al cosiddetto “contratto a tutele crescenti” (che di fatto cancella l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori) “Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo  indeterminato a tutele crescenti”, scaricabile qui.

–         quello relativo alla nuova disciplina degli ammortizzatori sociali “Disciplina della Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASPI)”, scaricabile qui. Continua a leggere JOBS ACT : NUOVE “SEMPLIFICAZIONI” ALLE NORME SU SALUTE E SICUREZZA