INVISIBILI: VIVERE E MORIRE ALL’ILVA DI TARANTO

Invisibili

Circa vent’anni fa Emilio Riva ebbe in regalo dallo Stato l’ILVA di Taranto, e vi impose il suo ordine.

Si liberò del vecchio blocco operaio – forte, cosciente, compatto –  sostituendolo con giovani desindacalizzati, e ci riuscì con una certa destrezza, barattando il prepensionamento dei vecchi con l’assunzione dei loro figli. Spezzò le ultime resistenze sindacali di quella che fu l’orgoglio della forza operaia del sud, rinchiudendo i riottosi nella palazzina LAF, in un casermone vuoto, a guardare i muri spogli. Continua a leggere INVISIBILI: VIVERE E MORIRE ALL’ILVA DI TARANTO

LICENZA D’UCCIDERE

Era l’agosto 2012, e mai si era vista in terra di Taranto una simile calata di ministri. Mai si era vista nella Storia della nazione tanta accorata apprensione per la sorte dei lavoratori.  Non certo per i cassaintegrati Alitalia prossimi alla mobilità, né per gli operai della Iribus o di Termini Imerese,  né per gli esodati della Fornero, ‘che se a buttare la gente sul lastrico è “il mercato”, o Marchionne, o una controriforma delle pensioni, questo è nell’ordine naturale delle cose.

Ma se l’ILVA deve fermare la produzione perché uccide ….  cazzo , questo no !!! E’ contro l’ordine padronale delle cose ! Continua a leggere LICENZA D’UCCIDERE

A VOLTE RIPROVANO

Altan

Dopo le pensioni e l’art. 18, fra le vittime del governo Monti non poteva mancare la sicurezza del lavoro. Senza tanto clamore, senza lanciarsi nelle improvvide dichiarazioni dei loro predecessori, ci hanno già provato due volte dall’inizio dell’anno, nascondendo la controriforma della sicurezza nei potpourri dei così detti “decreti semplificazioni” (in mezzo alle disposizioni sui giochi paraolimpici e quelle a favore del settore bieticolo).

Così, lo scorso marzo, la bozza del DL 5/2012 stava per uscire con la seguente previsione: “… soppressione o riduzione dei controlli sulle imprese in possesso della certificazione del sistema di gestione per la qualita’ (UNI EN ISO-9001), o altra appropriata certificazione emessa …. da un organismo di certificazione accreditato … “. Continua a leggere A VOLTE RIPROVANO