Archivi tag: Campania

DIOXINITY DAY/3

Alexik (*)

rischio-gravidanza[A questi links i capitoli 1 e 2.]

Fin dal suo arrivo alla guida del dicastero della salute, il calo demografico che mette a repentaglio il riprodursi dell’Italica stirpe è stato al centro dei pensieri di Beatrice Lorenzin.
La sua ferrea determinazione ad attivare misure di contrasto contro il declino delle nascite indotto dalla crisi è ormai sotto gli occhi di tutti.
Ovviamente non nel senso di contrastare gli effetti sociali della crisi …  ma di impedire il rifiuto della maternità da parte di molte femmine indolenti e sciagurate.

Continua a leggere DIOXINITY DAY/3

Annunci

DIOXINITY DAY/2

Alexik (*)

cibi-contaminati“Alcolisti ! Fumatori ! DROGATI !!! Abbandonate le vostre abitudini dissolute e conformatevi al volere divino del ‘crescete e moltiplicatevi’!
La vostra perseveranza nell’adozione di stili di vita scorretti è un attentato contro la demografia.
A nulla vale l’elargizione governativa di bonus bebè, se il vostro attaccamento al vizio continua a sprofondarvi nell’improduttività spermatica e ovocitica.
Emendatevi, dunque, e convertitevi al nuovo verbo salutista, per poter ritornare in piena forma ad offrir dei figli a Dio, alla Patria e all’Impero !
Cioè, vabbè … a Dio e alla Patria. Per l’Impero ci stiamo ancora attrezzando“.

Continua a leggere DIOXINITY DAY/2

IO SONO MIMMO

Ascanio Celestini (*)

operai-fiat-in-protesta-900x670«Io sono Mimmo Mignano, uno dei cinque licenziati dalla Fiat» così inizia il racconto di un signore che incontro a Napoli in un teatro a Montecalvario nei Quartieri Spagnoli, quella zona del mondo che agli occhi di Stendhal «è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo». Continua a leggere IO SONO MIMMO

LA BONIFICA MANCATA DI BAGNOLI

Andrea Palladino (*)

Bagnoli-ex-ItalsiderBagnoli è un simbolo. Innanzitutto del principale progetto di Antonio Bassolino, il protagonista della scena politica napoletana dagli anni ’90 in poi. Doveva cambiare tutto, ripartendo dalle ceneri lasciate dalle acciaierie e dal peggior modello di sviluppo del sud Italia. È diventato il fallimento di un’intera città. Una porta spalancata verso i peggiori affari, le speculazioni su terre contaminate. Un sogno diventato incubo. Continua a leggere LA BONIFICA MANCATA DI BAGNOLI

IL SILENZIO DELLA POLVERE: UNA STORIA MERIDIONALE DI AMIANTO

Giovanni Iozzoli (*)

isochimicaLa storia che è al centro del saggio Il silenzio della polvere è tragicamente esemplare – una storia di operai e territori avvelenati da lavorazioni assassine. Le cronache e la letteratura sociologica di questo paese, sono piene di storie così. Il maledetto amianto poi, ha seminato e continua a seminare morte ovunque. Continua a leggere IL SILENZIO DELLA POLVERE: UNA STORIA MERIDIONALE DI AMIANTO

IL SILENZIO DELLA POLVERE. Capitale, verità e morte in una storia meridionale di amianto

Antonello Petrillo (*)

Il silenzio della polvere[Negli anni Ottanta, in una piccola città del Meridione interno, centinaia di giovani vengono radunati su di un piazzale in periferia. A tutti coloro che hanno meno di vent’anni viene chiesto di fare un passo in avanti: un’impresa, costituita per l’occasione, li assumerà per effettuare una delle operazioni più inquietanti della storia industriale del nostro Paese.

A mani nude, senza mascherine né tute protettive, decoibenteranno dall’amianto – in pieno centro abitato – poco meno che l’intero parco rotabile (vagoni ed elettromotrici) delle Ferrovie dello Stato.

L’indagine socio-etnografica di URiT sull’Isochimica di Avellino ricostruisce attraverso le biografie dei sopravvissuti (operai e abitanti del quartiere, molti dei quali gravemente ammalati), le omertà e i silenzi delle istituzioni di controllo e del ceto politico locale.

Una vicenda apparentemente incredibile, che può essere invece considerata un paradigma delle modalità attraverso le quali alcuni territori, economicamente e socialmente “deboli”, sono stati costituiti in sede privilegiata per la localizzazione di lavorazioni pericolose. Quello che segue è l’intervento di Antonello Petrillo, coordinatore dell’indagine durante la presentazione al Festival del Cinema dei Diritti Umani dell’8/12/13.]

Continua a leggere IL SILENZIO DELLA POLVERE. Capitale, verità e morte in una storia meridionale di amianto

DAVANTI AI CANCELLI DELLA INDESIT

Giuseppe D’Onofrio (*)

Tempi moderni 3[Questo articolo è la terza parte di un reportage sulla lotta in corso dei lavoratori Indesit di Carinaro (CE) contro i licenziamenti e la chiusura dello stabilimento. L’abbiamo scelta perché rende bene le condizioni di lavoro bestiali nella fabbrica, ma consigliamo anche la lettura della prima e della seconda puntata sulla cronaca della mobilitazione.] Continua a leggere DAVANTI AI CANCELLI DELLA INDESIT