Archivi tag: Taranto

TARANTO: INQUINAMENTO DELLE COSCIENZE

iss-taranto[Recentemente sono stati presentati i risultati degli ‘Studi di biomonitoraggio e tossicità degli inquinanti presenti nel territorio di Taranto‘ a cura dell’Istituto Superiore di Sanità. Questi i commenti dell’Ordine dei Medici di Taranto, di Peacelink e del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti.]

Continua a leggere TARANTO: INQUINAMENTO DELLE COSCIENZE

Annunci

TEMPA ROSSA E LE QUATTRO SORELLE

Gianmario Leone (*)

tempa rossa[Quella che segue è un’inchiesta pubblicata su Il Manifesto del 27 aprile 2012. Racconta le origini di Tempa Rossa, ed ancora moooolto attuale.]

«Se in questo paese sappiamo fare le automobili, dobbiamo saper fare anche la benzina»: quando Enrico Mattei, fondatore dell’Eni, pronunciò questa frase a Vittorio Valletta, storico dirigente della Fiat, eravamo sul finire degli anni ’50. Continua a leggere TEMPA ROSSA E LE QUATTRO SORELLE

MIA ZIA

Anonimo tarantino (da Peacelink)

Ilva 16-05-14Taranto, 16/5/2014.  Erano le 12 quando dal quartiere Paolo VI ho visto questa ennesima mostruosa nube. Avevo mia zia sotto braccio, la stavo aiutando ad entrare in macchina, appena dimessa dall’oncologia del Moscati di Taranto.  L’abbiamo riportata a casa, a breve morirà, oggi, domani, forse domenica. Non c’è più speranza per lei, come per nessuno dei ricoverati che saturano quel reparto di disperazione e morte. In molte delle camere di degenza ci sono letti in aggiunta, non bastano quelli presenti. Nella stanza da quattro, in cui c’era lei fino a poche ore fa, avevano appena aggiunto per una giovane donna, il quinto letto. Ieri sera, ad orario visite, nei corridoi, solo lacrime, abbracci, sgomento. “E stè perdime pure a Peppino”, si dicevano i due omoni con i quali ho condiviso l’ascensore, mentre andavo via.

Continua a leggere MIA ZIA

SINISTRA ECOLOGIA/7

Pala eolica[Questo articolo è stato pubblicato anche su Carmilla on line]

Dalla fine del 2012 venne riaperta in grande stile la stagione dei “decreti salva Ilva”, con conseguenze talmente pesanti da porre in secondo piano anche le infinite ambiguità della giunta Vendola.

A colpi di decreto legge i governi Monti e Letta imposero la decadenza del sequestro degli impianti, la nomina di un commissario amico della proprietà, ma soprattutto misero al riparo dall’azione giudiziaria i profitti accumulati dai Riva, ipotecando ogni prospettiva di risanamento e bonifica del siderurgico. Da qui l’attuale situazione di stallo di uno stabilimento dalle casse vuote, dove la gestione commissariale non riesce a portare avanti le prescrizioni dell’Aia perché i proventi di decenni di siderurgia si sono volatilizzati off shore. Continua a leggere SINISTRA ECOLOGIA/7

SINISTRA ECOLOGIA/6

bonifiche-300x270[Questo articolo è stato pubblicato anche su Carmilla on line. La prima parte è qui, la seconda qua, la terza , la quarta , la quinta qui].

Nel luglio 2012 gli arresti (ovviamente domiciliari) di Emilio e Nicola Riva, assieme alla prospettiva del sequestro giudiziario dell’area a caldo del siderurgico tarantino, si abbatterono sulla politica locale e nazionale con l’effetto di un cataclisma.

Governo e Regione assistettero con sgomentato stupore ad un evento tanto imprevisto quanto inaudito: qualcuno in Procura non era più disposto a farsi coglionare dai Riva all’infinito, ad accettarne la pervicace recidiva dopo le reiterate condanne per reati ambientali, ad accontentarsi di interventi cosmetici al posto di un reale risanamento del siderurgico. Continua a leggere SINISTRA ECOLOGIA/6

DUE PROVVEDIMENTI PER UNA TRUFFA

Comunicati di Medicina Democratica (Napoli) e di Peacelink (Taranto)

lapidi-terra-dei-fuochiCon grande clamore pubblicitario il senato ha dato il via libera al Decreto “sulla terra dei fuochi” di cui vengono dati al pubblico i grandi numeri corrispondenti all’impegno dello stato per il problema inquinamento in Campania (3200 chilometri quadrati sottoposti a monitoraggio, screening per 1,3 milioni di abitanti delle province di Napoli e Caserta, 850 militari schierati, 25 milioni di euro per i controlli sanitari..) senza però definire come avverranno questi interventi, perché ne sono escluse le due città che direttamente o indirettamente hanno subito lo stesso inquinamento, senza dire chi gestirà questi fondi (una giunta eletta anche dai voti dei Casalesi? Un governo locale nelle cui compagine ha gran peso un raggruppamento che inneggia a Cosentino ? …..). Infine il vuoto più incredibile è quello che riguarda e responsabilità: è infatti ridicolo che su quest’ultimo capitolo il tutto si riduca alla caccia ai “fuochisti” che sono l’ultima ruota del carro. Continua a leggere DUE PROVVEDIMENTI PER UNA TRUFFA

SINISTRA ECOLOGIA/5

ilvapianocoperchi2[Questo articolo è stato pubblicato anche su Carmilla on line. La prima parte è qui, la seconda qua, la terza , la quarta  ].

È orribile il sospetto che il potere possa mangiare l’anima di chi lo esercita”. (Nichi Vendola)

Parere favorevole. Nel luglio 2011 la Regione Puglia dava il suo beneplacito all’autorizzazione integrata ambientale (Aia) a favore dell’Ilva di Taranto. Il suo assenso non era vincolante, visto che l’Aia per i grandi impianti è di competenza ministeriale. Ma comunque un voto contrario avrebbe rappresentato un forte segnale politico, oltre che un sussulto di dignità. Perché non si poteva mantenere la dignità appoggiando una simile porcata. Continua a leggere SINISTRA ECOLOGIA/5

SINISTRA ECOLOGIA/4

[Questo articolo è stato pubblicato anche su Carmilla on line. La prima parte è qui, la seconda qua, la terza ].

tamburi“Ognuno fa la sua parte, dobbiamo però sapere che a prescindere da tutti i procedimenti, le cose, le iniziative, l’Ilva è una realtà produttiva a cui non possiamo  rinunciare. … Volevo dirglielo perché poteva chiamare Riva e dirgli che il Presidente non si è defilato” .

Era il sei luglio 2010 quando il Presidente della Regione Puglia si scomodava personalmente (gesto già di per se inusuale) per contattare Girolamo Archinà, il sottopanza dei Riva,1 con una telefonata tornata di recente agli onori della cronaca.  Continua a leggere SINISTRA ECOLOGIA/4

SINISTRA ECOLOGIA/3

maschere-antigas3-221x300[Questo articolo è stato pubblicato anche su Carmilla on line. La prima parte è qui, la seconda qua].

Quelle ciminiere, che pure hanno causato inquinamento, significano anche lavoro, benessere, evoluzione della civiltà in una regione dove, ancora negli anni ‘50, i suoi abitanti erano affetti dalla pellagra1  (Nichi Vendola agli industriali, febbraio 2008).

Per anni la Puglia ha subito crimini ambientali e forme di colonialismo economico che l’hanno trasformata in un territorio a perdere; bucato, eroso, avvelenato, spolpato, “celebrato” con i fasti e i nefasti di tanti piccoli e grandi ecomostri2 (Nichi Vendola ai bambini di Taranto, giugno 2008). Continua a leggere SINISTRA ECOLOGIA/3