Archivi tag: Thyssenkrupp

NON MI SCORDERO’ DI TE

Banda POPolare dell’Emilia Rossa (*)

[La Banda POPolare dell’Emilia Rossa è un gruppo musicale composto da operai e militanti metalmeccanici delle principali fabbriche di Modena quali Ferrari, Maserati, Crown e Terim e da musicisti precari]. Continua a leggere NON MI SCORDERO’ DI TE

Annunci

NOCIVITA’ DA MANGANELLO

Cariche operai astSono sopravvissuti ai tumori, nonostante che in città la mortalità per tutti i tipi di cancro sia in eccesso per uomini e donne (1). Sono sopravvissuti al percolato tossico che cola dalle discariche dei residui di acciaieria (2). Sono sopravvissuti agli infortuni: l’ultimo è quello dello scorso 16 settembre, dove è morto schiacciato un operaio degli appalti (3).

Agli operai dell’AST di Terni, i padroni – pubblici e privati, stranieri e non – ce l’hanno messa tutta a farli fuori, ma non ci sono ancora riusciti.  Continua a leggere NOCIVITA’ DA MANGANELLO

THYSSENKRUPP TERNI: AGIRE SUBITO PER CONTRASTARE OMICIDI E VELENI

thyssenkrupp TerniComunicato degli Ex lavoratori ThyssenKrupp – Torino

Nonostante le proteste e gli allarmi denunciati dalla popolazione di Terni i dirigenti della ThyssenKrupp proseguono nel loro comportamento criminale di devastazione del territorio e della salute dei cittadini attraverso la dispersione di nichel, cromo, arsenico e altri metalli pesanti nell’area a ridosso dello stabilimento di Terni .

Continua a leggere THYSSENKRUPP TERNI: AGIRE SUBITO PER CONTRASTARE OMICIDI E VELENI

A SEI ANNI DAL ROGO DELLA THYSSENKRUPP

di Fabio Sebastiani da Contro la crisi.

ThyssenkruppSei anni fa a Torino il rogo alla Thyssen che uccise sette lavoratori. Oggi il processo, che vide la condanna dei massimi dirigenti per “dolo eventuale”, rischia di tornare nuovamente in discussione. L’appuntamento è ad aprile del 2014. In questa intervista l’avvocato Sergio Bonetto spiega quali rischi effettivi si stanno correndo e quanto è importante continuare a vigilare. Continua a leggere A SEI ANNI DAL ROGO DELLA THYSSENKRUPP

THYSSENKRUPP: PENE RIDOTTE. LA RABBIA DEI PARENTI DEGLI OPERAI

 Rocco Marzo, Angelo Laurino, Antonio Schiavone, Giuseppe Demasi, Roberto Scola,  Bruno Santino, Rosario Rodinò.
Rocco Marzo, Angelo Laurino, Antonio Schiavone, Giuseppe Demasi, Roberto Scola, Bruno Santino, Rosario Rodinò.

Pene ridotte in appello per i sei imputati del processo Thyssenkrupp: l’omicidio volontario è stato derubricato in  omicidio colposo con colpa cosciente. Oggi la Corte d’Assise di Torino, presieduta da Gian Giacomo Sandrelli,  ha ammorbidito le pene per i sei imputati a giudizio per il rogo scoppiato nel dicembre del 2007 che causò la morte di 7 operai della linea 5:  Antonio Schiavone, Roberto Scola, Angelo Laurino, Bruno Santino, Rocco Marzo, Rosario Rodinò, Giuseppe Demasi. Continua a leggere THYSSENKRUPP: PENE RIDOTTE. LA RABBIA DEI PARENTI DEGLI OPERAI

CALENDARIO UDIENZE PROCESSO THYSSENKRUPP

Comunicato Ex lavoratori ThyssenKrupp Torino.

thyssenDa poche settimane è ripreso il processo d’Appello ThyssenKrupp, che vede indagati 6 imputati per la morte dei nostri 7 compagni di lavoro uccisi per profitto la notte del 6 dicembre 2007. La Procura non contesta loro solo il reato di gravi omissioni di cautele antinfortunistiche e incendio doloso ma anche di omicidio volontario (per l’AD H. Espenhahn) con dolo eventuale e per un altro degli imputati, il RSPP Cosimo Cafueri, il reato di istigazione alla falsa testimonianza, avendo avvicinato alcuni testimoni di parte per indurli a testimoniare condizioni di lavoro all’interno dello stabilimento “idilliache”. Continua a leggere CALENDARIO UDIENZE PROCESSO THYSSENKRUPP

THYSSENKRUPP: L’INFERNO DELLA CLASSE OPERAIA

Thyssenkrupp l'inferno della classe operaia

Un insieme di storie che si intrecciano: la storia industriale di Torino, la storia dell’acciaio, e le storie personali di Antonio Schiavone, Roberto Scola, Angelo Laurino, Bruno Santino, Rocco Marzo, Rosario Rodinò, Giuseppe Demasi, oltre a quella di Antonio Boccuzzi (l’unico sopravvissuto alla strage del 6 dicembre 2007).  E’ una bella operazione questa, di ricordarli in vita, con le loro passioni, insieme alle persone che li amano. Ridargli identità.

Le loro vite si alternano con altre meno dignitose, come quella di Alfried Krupp von Bohlen, SS della prima ora, o di Margit Thyssen, che nel ’45, per divertire gli ospiti durante una “festa”,  fece fucilare 200 prigionieri ebrei.  Storie di fortune industriali costruite sul sangue: furono dei Krupp i supemortai e il cannoni  “Dicke Bertha” che terrorizzarono le città francesi durante la Grande Guerra. Furono dei Thyssen e dei Krupp le armi di Hitler. Continua a leggere THYSSENKRUPP: L’INFERNO DELLA CLASSE OPERAIA

ALCUNI FATTI SULL’INCENDIO THYSSEN KRUPP

FATELO DA VOI: LA STRAGE IN ACCIAIERIA

Nonostante le apparenze, la preparazione di una strage in acciaieria è un compito relativamente semplice, adatto anche a neofiti senza un particolare esperienza.

Occorre – ovvio – avere per le mani un’acciaieria, preferibilmente in dismissione, a cui applicare alcune modifiche  preliminari. Per cominciare, è necessario liberarsi di una buona metà delle maestranze, cominciando da quelle specializzate, che ricoprono ruoli di coordinamento e (importante) abbiano maggiore esperienza e formazione in materia  antincendio. Continua a leggere ALCUNI FATTI SULL’INCENDIO THYSSEN KRUPP