QUIRRA: BAGNI, MORTE E MANETTE

A Lanusei, continua il processo sui ”Veleni di Quirra’.
Il primo giugno scorso sono stati sentiti pastori e i veterinari: una nuova udienza sui veleni di quirra nel tribunale di Lanusei, dove il giudice chiama i pastori e i veterinari sulle attività svolte nelle aree del poligono di Quirra. Continua a leggere QUIRRA: BAGNI, MORTE E MANETTE

Annunci

VACCINISMO DI GUERRA

di Alexik

Sui vaccini credete agli scienziati ! Non ai cialtroni!”.
Da qualche mese questo messaggio ci viene ripetuto come un mantra da tutta la compagine renziana, dai vertici del dicastero della salute, da esponenti della classe medica e da gran parte del giornalismo e opinion makers nostrani.
Ma all’indomani della entrata in vigore del decreto Lorenzin diventa più che mai una ‘questione di necessità ed urgenza’ capire, in tema di vaccini, il cialtrone chi è. Continua a leggere VACCINISMO DI GUERRA

VACCINAZIONI, LIBERTÀ E REPRESSIONE

Dario Miedico (*)

[L’isteria vaccinista ha superato i livelli di guardia.
Questa mattina l’ordine dei medici di Milano ha radiato Dario Miedico, epidemiologo fra i fondatori di Medicina Democratica, per le sue posizioni di cautela sull’uso dei vaccini e di contrarietà all’obbligo delle vaccinazioni. Continua a leggere VACCINAZIONI, LIBERTÀ E REPRESSIONE

L’INQUINAMENTO INDUSTRIALE A BRESCIA

Marina Forti (*)

Sul terreno dei giardinetti è vietato giocare. “Zona inquinata soggetta a divieti” avverte un cartello.
I disegnini dicono di non buttarsi sull’erba, non raccogliere fiori e foglie, non giocare con la terra e non toccarla.
Cartelli simili sono disseminati nei giardini pubblici della zona sud di Brescia, in quartieri come Primo Maggio e Chiesanuova.
Sono là da anni, c’è chi vedendoli sussulta e chi non ci fa più caso. Ricordano che quei terreni sono intrisi di diossine e di pcb, policlorobifenili, composti chimici altamente tossici e cancerogeni. Continua a leggere L’INQUINAMENTO INDUSTRIALE A BRESCIA

MECNAVI: TRENT’ANNI DOPO

Teatro delle Albe (*)

“Ciò che sembrava la realizzazione dell’ideale dei nostri giorni, cioè il trionfo della tecnologia, della vita moderna avvolta nell’ovatta dei televisori, frigoriferi, cinema e abbondanza di denaro e autosoddifazione patriottica, si sveglia lentamente nel peggiore degli incubi, nella fredda e viscida presenza di repulsioni invisibili, di una maledizione che non si esprime con parole ma tinge di un indicibile orrore tutto ciò che gli uomini hanno eretto su una necropoli” (Julio Cortazar citato in Il Volo di di Horacio Verbitsky). Continua a leggere MECNAVI: TRENT’ANNI DOPO