L’INQUINAMENTO INDUSTRIALE A BRESCIA

Marina Forti (*)

Sul terreno dei giardinetti è vietato giocare. “Zona inquinata soggetta a divieti” avverte un cartello.
I disegnini dicono di non buttarsi sull’erba, non raccogliere fiori e foglie, non giocare con la terra e non toccarla.
Cartelli simili sono disseminati nei giardini pubblici della zona sud di Brescia, in quartieri come Primo Maggio e Chiesanuova.
Sono là da anni, c’è chi vedendoli sussulta e chi non ci fa più caso. Ricordano che quei terreni sono intrisi di diossine e di pcb, policlorobifenili, composti chimici altamente tossici e cancerogeni. Continua a leggere L’INQUINAMENTO INDUSTRIALE A BRESCIA

MECNAVI: TRENT’ANNI DOPO

Teatro delle Albe (*)

“Ciò che sembrava la realizzazione dell’ideale dei nostri giorni, cioè il trionfo della tecnologia, della vita moderna avvolta nell’ovatta dei televisori, frigoriferi, cinema e abbondanza di denaro e autosoddifazione patriottica, si sveglia lentamente nel peggiore degli incubi, nella fredda e viscida presenza di repulsioni invisibili, di una maledizione che non si esprime con parole ma tinge di un indicibile orrore tutto ciò che gli uomini hanno eretto su una necropoli” (Julio Cortazar citato in Il Volo di di Horacio Verbitsky). Continua a leggere MECNAVI: TRENT’ANNI DOPO

DIOXINITY DAY/3

Alexik (*)

rischio-gravidanza[A questi links i capitoli 1 e 2.]

Fin dal suo arrivo alla guida del dicastero della salute, il calo demografico che mette a repentaglio il riprodursi dell’Italica stirpe è stato al centro dei pensieri di Beatrice Lorenzin.
La sua ferrea determinazione ad attivare misure di contrasto contro il declino delle nascite indotto dalla crisi è ormai sotto gli occhi di tutti.
Ovviamente non nel senso di contrastare gli effetti sociali della crisi …  ma di impedire il rifiuto della maternità da parte di molte femmine indolenti e sciagurate.

Continua a leggere DIOXINITY DAY/3

MONSANTO: AVVELENAMENTO E PROPAGANDA

David Lifodi (*)

pabloernestopiovano_lr2In Argentina la multinazionale Monsanto, leader dell’agronegozio, uccide, eppure guadagna sempre più spazio in televisione.
I dati del Bollettino epidemiologico del Ministero della Salute, “Intossicazione acuta da agenti chimici”, parlano di un aumento, nel 2016, del 26% degli intossicati da pesticidi e vanno di pari passo con la crescente presenza concessa a Monsanto dalla tv pubblica. Continua a leggere MONSANTO: AVVELENAMENTO E PROPAGANDA